Verticale Falcone 2003 - 2006 - 2008 Castel del Monte DOC Rivera
zoom_out_map
chevron_left chevron_right
-15%Nuovo

Verticale Falcone 2003 - 2006 - 2008 Castel del Monte DOC Rivera

169,90 € (Tasse incl.) |199,88 € -15% 139,26 € (Tasse escluse)
notifications_active Ultimi articoli in magazzino
Tasse incluse Spedizione in 3-4 gg lavorativi

PRODUTTORE chevron_right

Castel del Monte DOCG
Puglia
Italia
Nero di Troia 70% - Vitigni autoctoni 30%
0.75 l
13.50%
Formaggi Stagionati
16-18°
Contiene solfiti
Scheda tecnica

PRODUTTORE
Rivera nasce nel 1940 dalla mente del figlio di Giuseppe de Corato, Sebastiano, con l’animo visionario di creare un’etichetta pugliese che sapesse rivaleggiare tra i grandi vini nazionali ed internazionali. Situate nell’agro di Andria, sull’altipiano tra le colline della Murgia e il mare Adriatico, le tenute Rivera sono simbolo della storia e dello sviluppo agricolo di un intero territorio. 75 ettari di proprietà, allevati a cordone speronato e a guyot, con elevata densità di viti per ettaro e bassa produzione unitaria, coltivati secondo protocolli di agricoltura sostenibile. Un progetto vitivinicolo che punta tutto sulla qualità, per esprimere al meglio i terroirs da cui si originano le uve aziendali. I terreni collinari a base calcarea e l’esposizione ai venti più freschi che arrivano dal di là del mare Adriatico, unita alle caratteristiche dei vitigni autoctoni dalla maturazione lenta e tardiva, rendono la zona Castel del Monte esempio di come la generosità della produzione vinicola pugliese possa essere bilanciata ed esaltata da una sorprendente freschezza, eleganza e longevità. Sui terreni di proprietà vengono coltivati vigneti tipici pugliesi a bacca bianca e rossa, nelle varietà di Primitivo, Negroamaro e Fiano, accompagnati da altrettanti vigneti dall’animo internazionale, quali Chardonnay e Sauvignon. L’affinamento delle bottiglie è affidato alle storiche cantine dell’azienda, costruite alla fine dell’Ottocento, in particolare in due bottaie interrate, dove i grandi rossi riposano in botti di Rovere francese e di Slavonia. A queste fu affiancata, negli anni ’60, una nuova ala realizzata con vasi vinari in cemento termo-condizionati, dedicati alle operazioni post fermentative e alla...

chat Recensioni (0)