Elenco dei prodotti Donnafugata

Donnafugata nasce in Sicilia dall’iniziativa di una famiglia che nel tempo e con grande passione ha innovato lo stile e la percezione del vino siciliano nel mondo, portandola a confrontarsi con i vini internazionali più blasonati. Il nome Donnafugata fa riferimento al romanzo di Tomasi di Lampedusa, il Gattopardo. Un nome che significa “donna in fuga” e si riferisce alla storia di una regina che trovò rifugio in quella parte della Sicilia dove oggi si trovano i vigneti aziendali. Una vicenda che ha ispirato il logo aziendale: l’immagine della testa di donna con i capelli al vento che campeggia su ogni bottiglia.

L’azienda conta su 410 ettari di vigneti divisi in quattro tenute di proprietà, dislocate su tutto il territorio siciliano, capaci di esprimere le diverse tipologie di terreni e le differenti caratteristiche, che formano i differenti animi autentici e puri della Sicilia. Nella tenuta Contessa Entellina vengono sperimentate ben 19 varietà di vitigni autoctoni siciliani, tra cui Ansonica, Catarratto, Grillo e Nero d’Avola, accompagnati al seguito da vitigni internazionali quali Chardonnay, Viognier, Cabernet Sauvignon, il Merlot ed il Syrah.  Sull’isola di Pantelleria prendono possesso del terreno ben 33 differenti biotipi diversi di vitigni di Zibibbo, coltivati ad alberello basso su terrazze di piccole dimensioni. Nella zona di Vittoria, in territorio di Acate, varietà di Nero d’Avola e Frappato prendono possesso del terreno e creano vini che porteranno il nome delle rispettive Docg Cerasuolo di Vittoria e Doc Frappato. Sui pendii dell’Etna Donnafugata dispone di circa 21 ettari di vigneti, situati a 750 metri s.l.m. e da cui nascono vini rosati dall’aroma floreale e fruttato delicato, come il Rosa, creato in collaborazione con Dolce&Gabbana, e SulVulcano, piuttosto che rossi come il Fragore, vino dai toni speziati e fruttati intensi, con una notevole presenza tannica. Nella Cantina di Marsala, invece, confluiscono i prodotti di Contessa Entellina e Pantelleria, pronti per seguire i lenti processi di affinamento, che includono l’acciaio, il cemento e le barrique di rovere.

Donnafugata si impegna da sempre nella ricerca della massima qualità, producendo vini che si distinguono per piacevolezza e complessità, capaci di esprimere un lato della Sicilia innovativo, nel pieno e continuo rispetto del territorio.

 Vista di Tenuta Contessa Entellina, da vigneti di proprietà Donnafugata