Champagne Krug Brut Vintage 2004 Krug
zoom_out_map
chevron_left chevron_right
-15%

Champagne Krug Brut Vintage 2004 Krug

268,00 € (Tasse incl.) |315,29 € -15% 219,67 € (Tasse escluse)
block Non disponibile
Tasse incluse

PRODUTTORE chevron_right

Champagne AOC
Francia
Pinot Noir 40% - Chardonnay 39% - Meunier 21%
0.75 l
12.00%
2004
2017/2034
10/10
Cruditè di pesce
8-10°
Contiene solfiti
Brut
Scheda tecnica

PRODUTTORE
Joseph Krug nasce nel 1800 nella cittadina tedesca di Mainz, all'epoca parte dei possedimenti dell'impero napoleonico. Joseph entra in contatto sin da piccolo con il mondo della viticoltura, che all'epoca era frammentato proprio come la Champagne, la regione che un giorno eleggerà a sua dimora. In gioventù si dimostra ben presto un ragazzo talentuoso e ambizioso, capace di parlare tre lingue. arriva a Parigi nel 1834, in cui fa esperienze che lo portano a lasciare il proprio segno nel mondo dello Champagne. Viene assunto da Jacquesson, la più rinomata Maison produttrice di Champagne dell'epoca e ne diviene ben presto socio. Successivamente, all'età di 42 anni, decide di abbandonare Jacquesson, per inseguire il suo più grande sogno, creare il migliore Champagne al mondo, anno dopo anno. Così, con l’aiuto di un suo fedele amico, Hippolyte de Vivès, fonda la sua Maison, la Maison Krug & Compagnie. Da qui si susseguono innumerevoli creazioni di qualità, di generazione in generazione, rispettando sempre la visione del fondatore Joseph Krug. Si assiste a sperimentazioni che sconvolgono di anno in anno il mercato e che si impongono per intuizione e qualità. Tutto iniziò con la prima edizione della Grand Cuvée, in cui libera lo Champagne dall’annata a cui era legato e pone le basi per quello che diventerà il Metodo Krug. Successivamente si propongono il Millesimato, che nasce con lo scopo di esaltare le caratteristiche del terroir di ogni singola annata, ed il Krug Rosè, nato dalla quinta generazione Krug, i fratelli Henri e Remì, e che venne diffuso solo dopo la benedizione del padre, Paul Krug. Infine, si scorgono bottiglie del tutto inaspettate, che nascono da vigneti scoperti quasi per caso quali il

chat Recensioni (0)