Elenco dei prodotti Cantina Terlano

Fondata nel 1893, la Cantina di Terlano è una delle cooperative di produttori più all’avanguardia di tutto l’Alto Adige.

I suoi 143 soci attuali coltivano 190 ettari di vigneti, pari a una produzione annua totale di 1,5 milioni di bottiglie. Da anni Cantina Terlano ha imboccato con impegno e perseveranza la strada della qualità, quella stessa qualità che le è valsa fama e riconoscimenti sul mercato vinicolo italiano e internazionale. Ecco perché, pur essendo relativamente piccola, Terlano è ormai un’istituzione consolidata nel proprio settore. La cantina sorge in Alto Adige, formidabile fucina di contrasti che si fondono in un insieme armonico: nel cuore di questa provincia, la più settentrionale d’Italia, le guglie alpine fanno da sfondo a paesaggi mediterranei, la lingua italiana si sovrappone a quella tedesca, e l’innata curiosità per il mondo si fonde con tradizioni secolari.

vigneto_cantina_terlano

Il villaggio vinicolo di Terlano si trova a metà strada fra le città di Bolzano e Merano. Qui, dove l’ampia valle dell’Adige si sviluppa in direzione Sud-Est, sulla sponda orografica sinistra il centro abitato e i vigneti di Terlano si adagiano sui versanti di porfido rosso del Monte Zoccolo, contornati da un terreno pressoché scheletrico, con una componente rilevante di pietre e sabbia di origine silicatica. La componente di terra fine, relativamente bassa, è di tipo sabbioso o argilloso.

La tradizione della Cantina di Terlano è imperniata sulla vinificazione storica in botti di legno, ma un altro fattore determinante è il metodo “sur lie”, in cui i vini maturano - spesso per anni - sui lieviti fini, prima di passare alla bottiglia dove – senza fretta – possono finire di crescere. Grazie a questa maturazione lenta, i vini acquistano più carattere e complessità. Ciò che conta difatti, è fare emergere non gli aromi primari, ma piuttosto quelli secondari e terziari più complessi.

La distribuzione dei vini prodotti si articola in due linee di qualità chiaramente differenziate: le Selezioni e la linea tradizione. Inoltre, ogni anno viene immesso sul mercato un vino “raro”, invecchiato per almeno dieci anni in cantina e pensato per mettere in risalto l’eccellente longevità dei propri vini.

L’archivio enologico della Cantina Terlano conta oggi più di 100.000 bottiglie. Uno scrigno ricolmo di rarità, dove si possono trovare varie annate dal 1955 a oggi. Alcune bottiglie risalgono addirittura al 1893, anno in cui fu fondata la cantina. Alcune tra le migliori di queste rarità sono il Pinot bianco Rarity 2006, lo Chardonnay 2000 e il Sauvignon 1992.

archivio_enologico_cantina_terlano